Didattica multimediale

  • Stampa

Didattica multimediale

Da molti anni  ho ritenuto utile introdurre la multimedialità nello svolgimento delle lezioni. Gli alunni hanno elaborato powerpoint, mappe concettuali pubblicate in rete ed ebook; è proprio l'ebook "Dieta mediterranea-Cultura e colture del Mediterraneo" ad essere stato segnalato su digItalia rivista del digitale nei beni culturali http://www.bv.ipzs.it/bv-pdf/007/MOD-BP-13-107-013_1804_1.pdf digitalia.sbn.it/article/download/730/507

Quest'anno in occasione del PON che ha avuto come "protagonista" la Biodiversità ho preparato varie lezioni ciascuna con svariati materiali multimediali.

Il perché del tema scelto è duplice: la necessità di trattare un argomento trasversale ad alunni di tutte le classi del liceo dalla prima alla quinta e la necessità di spiegare quanto ci è poco familiare il ruolo vitale della biodiversità per il benessere umano ed il mantenimento della vita sulla terra.

 La biodiversità fornisce cibo, acqua, medicine, energia, materie prime e tanti altri servizi essenziali per l'uomo e per il pianeta. Sono benefici fondamentali che vengono offerti spontaneamente dagli ecosistemi naturali e dipendono dalla "varietà" che li arricchisce e permette il loro evolversi.

 La biodiversità è gravemente minacciata dalle attività economiche insostenibili, così come dalla crescita della popolazione, dai consumi eccessivi, dall'urbanizzazione incontrollata, dallo sfruttamento dei suoli e dalla diffusione di specie invasive.

 Esplorando questo mondo sono stati potenziati i concetti fondamentali della biologia.

 Tutte le lezioni sono pubblicate sul mio sito: www.paginediscienze.com

 Le mappe concettuali elaborate per ciascuna lezione con il programma Cmap (che permette di realizzare mappe concettuali e metterle in rete) hanno suscitato entusiasmo negli alunni, probabilmente perché non abituati a questo tipo di didattica e ancor più perché si sono resi conto di come semplicemente cliccando su icone diverse della stessa mappa è possibile spaziare tra materiale così vario senza trascurare, ovviamente, la tradizionale lettura di brani scelti per i vari temi.                   Inoltre e, di non poca importanza, la comodità di avere la lezione in rete, di poter scaricare subito i materiali o di poterli consultare in qualsiasi momento.

 Di seguito le immagini di alcune  delle Cmap del corso:

 

http://cmapspublic.ihmc.us/rid=1MJ2WLF7N-221SZ50-24G1/Biodiversit%C3%A0-Acqua%20RRosapepe.cmap.cmap

Il video "Learning about Biodiversity" mostra come affrontare la biodiversità attraverso l'Educazione allo Sviluppo Sostenibile e cerca di mobilitare insegnanti, studenti, ricercatori a riflettere sulle tematiche e sulla loro interdipendenza con questioni globali di sviluppo sostenibile; senz'altro l'istruzione può aiutare a capire meglio il valore della biodiversità e le cause della perdita della stessa. Il video fornisce, inoltre, esempi di come si può contribuire attivamente a conservarla e ha lo scopo di aumentare la consapevolezza del pubblico sui questi problemi coinvolgendo tutti, giovani, educatori e professionisti dei media.                                                                       Non di minore interesse i video di Masaru Emoto per ottenere i cristalli d'acqua, della NASA "The water cycle", "The Story of Bottled Water" e quelli proposti dalla Zanichelli per una didattica laboratoriale multimediale.

La lettura "L'oro blu: la battaglia per l'acqua", gli esercizi e i modi di dire sull'acqua sono i temi conclusivi a cui si può accedere con un clik.

Altro esempio è la mappa sulla biodiversità molecolare introdotta partendo dalla presentazione delle biomolecole con power point, ebook, video sulle proteine e vari brani tratti dal libro "I bottoni di Napoleone" di Penny Le Couteur e Jay Burreson, Longanesi edizioni, due chimici che raccontano come diciassette molecole organiche hanno influenzato la storia delle società umane; sempre nella mappa i test delle Olimpiadi somministrati per verificare le conoscenze e le competenze acquisite.

 http://cmapspublic.ihmc.us/rid=1MJNP59T1-JD7FRJ-3WH/Biodiversit%C3%A0-Biomolecole%20Rossana%20Rosapepe.cmap

Successivamente un power point preparato utilizzando la lezione del prof. Graziano Pesole tenuta in occasione del convegno dell'ANISN ha spiegato la biodiversità a livello di specie, specie la cui identificazione avviene mediante nuove tecnologie quali la genomica e la metagenomica.

Il laboratorio di bioinformatica ci ha catapultato nel mondo dei database di nucleotidi, proteine come i citocromi c di specie diverse per cogliere somiglianze e differenze tra geni e nel mondo degli enzimi di restrizione.                                                                                                                                                                           Su questa falsa riga sono state elaborate le altre mappe convinta che la connessione tra i saperi, collegati alle reti, è ciò che fa assumere un senso molto più ampio alla didattica; i video di Elena Cattaneo, di Steward Brand sulla de-estinsione e tanto altro ancora come già detto, è pubblicato sul sito: www.paginediscienze.com

 

La multimedialità, per dirla come U. Margotta, può essere un mezzo per offrire nuove opportunità verso la costruzione di apprendimenti partecipati e significativi perché permette di “assicurare, assecondare, sostenere e perfezionare le possibilità di integrazione degli apprendimenti da parte degli allievi”. Da questo punto di vista i mezzi multimediali, coinvolgendo i sensi e le sensazioni soggettive di chi li utilizza, assumono un ruolo che non è meramente strumentale nella comunicazione; essi vanno intesi, piuttosto, come strumenti di produzione di conoscenze, di scelte e decisioni critiche che consentono una fruizione personalizzabile delle conoscenze stesse e rigenerabile in altre conoscenze.

Questo meccanismo, quando innescato, crea una specie di circolo virtuoso in cui l’informazione è continuamente in formazione, per produrre altre informazioni, in un ciclo continuo.

 

                                                                                                         Rossana Rosapepe

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, Per maggiori informazioni sui cookies che vengono utilizzati sul nostro sito e come eliminarli vedi la nostra privacy policy.

I accept cookies from this site. Accetta i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information